AVVISO PUBBLICO “FONDO DI SOSTEGNO AI COMUNI MARGINALI” - ANNUALITA’ 2021 –

COMUNE DI SAN BENEDETTO IN PERILLIS DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 settembre 2021

Data di pubblicazione:
19 Maggio 2022
AVVISO PUBBLICO “FONDO DI SOSTEGNO AI COMUNI MARGINALI” - ANNUALITA’ 2021 –

CONTESTO E FINALITÀ DELL’AVVISO

 

VISTO l'art. 1, comma 196, della legge 30 dicembre 2020, n. 178 secondo cui «Al fine di favorire la coesione sociale e lo sviluppoeconomico nei comuni particolarmente colpiti dal fenomeno dellospopolamento e per i quali si riscontrano rilevanti carenze diattrattività per la ridotta offerta di servizi materiali eimmateriali alle persone e alle attività economiche, nel rispettodella complementarità con la strategia nazionale per le areeinterne, il Fondo di cui all'art. 1, comma 65-ter, della legge 27dicembre 2017, n. 205, è denominato «Fondo di sostegno ai comunimarginali.»;

 VISTO l'art. 1, comma 198, della legge 30 dicembre 2020, n. 178,secondo cui «Il Fondo di cui al comma 196 è incrementato di 30milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023. Talirisorse e quelle di cui all'art. 1, comma 65-sexies, della legge 27dicembre 2017, n. 205, sono ripartite con decreto del Presidente delConsiglio dei ministri, su proposta del Ministro per il Sud e lacoesione territoriale, che ne stabilisce i termini e le modalità diaccesso e rendicontazione.»;

 VISTO l'art. 1, comma 65-ter, della legge 27 dicembre 2017, n. 205,secondo cui «Nell'ambito della strategia nazionale per lo sviluppodelle aree interne, presso il Dipartimento per le politiche dicoesione della Presidenza del Consiglio dei ministri è istituito unfondo di sostegno alle attività economiche, artigianali ecommerciali con una dotazione di 30 milioni di euro per ciascunodegli anni 2020, 2021 e 2022. Il fondo è ripartito tra i comunipresenti nelle aree interne con decreto del Presidente del Consigliodei ministri, su proposta dal Ministro per il Sud e la coesioneterritoriale, che ne stabilisce termini e modalità di accesso erendicontazione.»;

 VISTO l'art. 1, comma 65-sexies, della legge 27 dicembre 2017, n.205, secondo cui «Il fondo di cui al comma 65-ter è incrementato di30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, al finedi realizzare interventi di sostegno alle popolazioni residenti neicomuni svantaggiati. Agli oneri derivanti dal presente comma siprovvede mediante corrispondente riduzione delle risorse del Fondoper lo sviluppo e la coesione - programmazione 2014-2020 di cuiall'art. 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147. Con apposito decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per il Sud e la coesione territoriale, sono individuati gli enti beneficiari, in base ai seguenti criteri: spopolamento, deprivazione sociale, indicatori del reddito delle persone fisiche inferiori alle medie di riferimento.

Con il medesimo decreto il Fondo è ripartito tra i comuni svantaggiati e sono stabiliti i termini e le modalità di accesso e di rendicontazione al fine di realizzare i seguenti interventi:

a) adeguamento di immobili appartenenti al patrimonio disponibile da concedere in comodato d'uso gratuito a persone fisiche o giuridiche, con bando pubblico, per l'apertura di attività commerciali, artigianali o professionali per un periodo di cinque anni dalla data risultante dalla dichiarazione di inizio attività;

b) concessione di contributi per l'avvio delle attività commerciali, artigianali e agricole;

c) concessione di contributi a favore di coloro che trasferiscono la propria residenza e dimora abituale nei comuni delle aree interne, a titolo di concorso per le spese di acquisto e di ristrutturazione di immobili da destinare ad abitazione principale del beneficiario.

Per le finalità di cui al presente comma, i comuni svantaggiati, individuati dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di cui al secondo periodo del presente comma, sono altresì autorizzati alla concessione alle persone fisiche di immobili pubblici appartenenti al loro patrimonio disponibile in comodato d'uso gratuito, da adibire ad abitazione principale, nonché' alla concessione in uso gratuito di locali appartenenti al patrimonio pubblico, al fine di esercitare forme di lavoro agile, con oneri di manutenzione a carico dei concessionari.»;

VISTO il regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis», del regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis» nel settore agricolo e del regolamento (UE) n. 717/2014 della Commissione, del 27 giugno 2014 , relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis» nel settore della pesca e dell'acquacoltura;

VISTA la Deliberazione di Giunta nr. 24 del 07/05/2022 del Comune di SAN BENEDETTO IN PERILLIS che ha approvato il presente Avviso.

L’Avviso garantisce il rispetto dei principi di pari opportunità e di non discriminazione come sanciti dall’articolo 7 del Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013 e di sviluppo sostenibile di cui all’articolo 8 del medesimo Regolamento.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 19 Maggio 2022